Home Informazioni Generali

Informazioni Generali

8583389009

 

La capitale Tokyo con i suoi 13 milioni d’abitanti rappresenta il fulcro economico e finanziario della nazione.
Il Giappone è una monarchia costituzionale dal 1946, con a capo l’imperatore
Superficie: 377.835 km²
Popolazione: 128.000.000
Fuso orario: +8h rispetto all’Italia; +7h quando in Italia vige l’ora legale.
Moneta: Yen (JPY)
In Giappone la guida è a sinistra.

Lingua

Giapponese, inglese
L’inglese parlato così come le indicazioni sono poco diffuse, soprattutto fuori dalle grandi città. Può capitare di avere difficoltà di comunicazione e di orientamento per gli spostamenti. Per questa ragione consigliamo il supporto di una nostra guida o assistente parlante italiano.

Festività

La festa nazionale è l’ 11 febbraio, in cui si festeggia la fondazione della nazione nel 660 a.c.
In Giappone ci sono molte feste nazionali (circa 15 ) ognuna con caratteristiche particolari e folkloristiche.
Sconsigliamo di visitare il Giappone durante il periodo della Golden Week (fine Aprile – inizio Maggio), che corrisponde a 7/10 giorni di ferie e festività nazionali. 
Durante la Golden Week potreste avere problemi e forti disagi dovuti a sovraffollamento di hotels, treni, ristoranti con il rischio di non trovare posto, oltre ad incontrare file lunghissime per visitare i luoghi più famosi.

Religione

84% shintoista, buddhista, 0,7% cristiana, 15,3% altre religioni
Le principali religioni in Giappone sono, lo Shintoismo ed il Buddismo, quest’ultimo importato dalla Cina più di 1000 anni fa.
I Santuari, riconoscibili per lo sgargiante color rosso, appartengono al Shintoismo, mentre i Templi, solitamente del colore naturale del legno, appartengono al Buddismo.
Dato che le due religioni non sono in contrasto, anzi spesso, Santuari e Templi vedono condividere lo stesso luogo sacro, i giapponesi possono tranquillamente decidere se appartenere ad un credo piuttosto che all’altro, o addirittura ad entrambi.

Clima e stagioni

Il Giappone è un paese molto piovoso, ma i mesi delle grandi piogge, sono Giugno e Luglio.
Le stagioni migliori per visitare il paese sono la primavera (Aprile, Maggio) e l’autunno (Ottobre, Novembre, Dicembre).
L’estate è caratterizzata da un clima caldo ed afoso, dove l’umidità tocca dei livelli molto alti.
In inverno le temperature si abbassano notevolmente, rendendo il clima freddo ed umido, ma difficilmente scendono sotto lo zero. Mare L’arcipelago di Okinawa offre un clima caldo tropicale tutto l’anno, un mare color cristallino e delle isole meravigliose, dalla più grande Naha, alle più piccole e suggestive quali Ishigaki e Taketomi. Il bellissimo reef di queste isole, si presta benissimo sia allo snorkeling che al diving.
La stagione dei tifoni inizia verso la fine di Settembre e termina all’incirca a fine Ottobre, inizio Novembre.
La maggior affluenza di turisti è data dai giapponesi stessi. L’altissima stagione in loco, che corrisponde ai mesi di Luglio e Agosto, porta un aumento vertiginoso dei costi delle strutture e richiede una prenotazione con largo anticipo.

Corrente elettrica

La prima domanda che un turista si pone è: funzionano i nostri apparecchi elettronici/elettrici in Giappone? Si e no è la risposta.
Ci sono due differenze tra l’Italia e il Giappone.
La prima è la presa elettrica. In Italia si utilizzano varie prese, dalla Schuko (quella tonda tedesca), a quella con tre piedini (larga e stretta).
In Giappone invece si utilizza una presa con due piedini rettangolari, più di rado quella con tre piedini.
Questa differenza è facilmente superabile tramite un adattatore. Acquistabile in Italia o in loco.
La seconda differenza che si trova è il voltaggio. In Italia si usa una corrente a 230 V ad una frequenza di 50 Hz. In Giappone invece si utilizzano i 100 V ad una frequenza si 50 Hz per la parte est del paese e di 60 Hz per la parte ovest. Non preoccupatevi. Ormai la maggior parte degli apparecchi elettronici hanno un trasformatore che funziona con voltaggio compreso tra i 100 e i 240 V e una frequenza di 50/60 Hz.
Per verificare che i vostri caricabatteria funzionano anche in Giappone, basta guardare l’etichetta e troverete quasi sicuramente questa dicitura: input 110V-240V 50/60 Hz.
e trovate questa scritta sarete certi che in Giappone funzioneranno.
Il problema si pone quando non è presente questa scritta. Questo avviene soprattutto con gli asciugacapelli che funzionano solamente a 230V.
E’ molto facile trovare il phon direttamente nella stanza dell’albergo.
NB
Attenzione !!! Se acquistate qualcosa in Giappone, assicuratevi che il dispositivo supporti i 230V, altrimenti rischiate di bruciare il dispositivo stesso una volta inserito nella presa italiana.

Telefonia

Prefisso telefonico per l’Italia: per effettuare una chiamata internazionale dal Giappone in Italia da telefono fisso, il numero da comporre prima del prefisso internazionale (39) varia a seconda della compagnia che si intende utilizzare (in Giappone le compagnie private sono moltissime). I prefissi più utilizzati sono: 001+39; 061+39; 0033010+39 seguiti dal numero telefonico italiano comprensivo di prefisso. Anche per quel che riguarda i telefoni cellulari, il numero da comporre prima del prefisso internazionale varia a seconda della compagnia utilizzata (le più comuni sono DOCOMO, SOFTBANK e AU). E’ quindi necessario prendere informazioni in merito presso i punti vendita del cellulare acquistato o noleggiato.
Prefisso telefonico dall’Italia ( o da cellulare italiano utilizzato in loco ) (+81) o (0081) + il prefisso della città senza lo zero davanti.
Il sistema GSM utilizzato in Europa è incompatibile con quello giapponese (funzionano solo i telefoni cellulari di ultima generazione). Si consiglia comunque di effettuare una verifica con il proprio gestore di telefonia mobile prima della partenza. In Giappone è possibile utilizzare la scheda SIM italiana noleggiando un apparecchio telefonico cellulare locale al momento dell’arrivo nel Paese in uno dei negozi di telefonia mobile presenti nei principali aeroporti. Per le schede SIM della TIM occorre recarsi allo stand DOCOMO (solo i negozi DOCOMO presenti negli aeroporti internazionali forniscono tale servizio). Per le schede della VODAFONE occorre recarsi allo stand SOFTBANK. Si suggerisce di effettuare una prenotazione via internet per accertare la disponibilità degli apparecchi. Per quanto riguarda le schede SIM della WIND, c’è la possibilista di farsi recapitare il telefono cellulare direttamente in Italia prima della partenza, dopo aver avviato la relativa procedura attraverso il sito web WIND. Per ulteriori informazioni si rimanda all’omonimo sito.

Hotels

Noi di ViaggioinGiappone utilizziamo esclusivamente hotels di categoria 3/4/5 stelle secondo l’esigenza del cliente, accuratamente selezionati in loco da parte del nostro staff.
Gli hotels che proponiamo sono posizionati nel cuore delle città, la nostra scelta è quella di non utilizzare strutture nelle periferie, in modo tale che i clienti, nelle giornate libere possano essere indipendenti nell’uscire, anche a piedi, e godersi appieno le città.
Gli standard alberghieri in Giappone prevedono camere di dimensioni assai ridotte rispetto ai canoni europei, questo a prescindere dalla categoria alberghiera.
Il turista che decide di visitare il Giappone non può non tenere presente questa particolarità. Di fatto in Giappone lo spazio è molto prezioso e quindi le dimensioni sono sempre ridotte, basti pensare che in tutto il Giappone vivono all’incirca 128.000.000 milioni di persone, più del doppio rispetto alla popolazione italiana, pur considerando che il territorio nipponico è poco più grande della nostra penisola.
Per sopperire a questa realtà, noi di ViaggioinGiappone, preferiamo assegnare sempre, ove disponibili, camere TWIN (2 letti separati) in quanto generalmente sono più ampie e di conseguenza più vivibili rispetto alla tradizionale camera DOUBLE (1 letto).
In Giappone è consentito fumare in camera. Noi cercheremo sempre di far assegnare camere non fumatori, ma non potranno essere garantite. Ryokan Il Ryokan è un hotel tradizionale giapponese, che vede la sua origine a più di 1000 anni fa, quando la capitale del Giappone era Nara…
Queste tradizionali sistemazioni alberghiere, esistono solo in Giappone, e danno l’opportunità al viaggiatore, di entrare in un mondo dove il trascorrere del tempo diventa relativo e dove il profumo di storia e tradizione lo avvolgono completamente. Le camere proposte nei Ryokan sono costituite da grandi spazi senza pareti divisorie, il pavimento è ricoperto da “tatami” tradizionali ” su cui vengono sistemati i “futon”, materassi tradizionali. Nei Ryokan non è sempre garantito il bagno privato in camera ed i pasti sono generalmente di cucina giapponese a base di prodotti tipici.

Carte di credito

Consigliamo di prelevare la valuta locale (YEN-JPY) in Italia in quanto in Giappone non è facile reperire contanti attraverso i classici sportelli automatici. In generale si può prelevare presso gli uffici postali ed alcuni ATM posti nei Market (es. 7eleven; Lawson etc).
Per il pagamento nei negozi, le maggiori carte di credito “con i numeri in rilievo” (Visa/Mastercard) vengono quasi sempre accettate senza problema, eccezion fatta per le ricaricabili che non sempre vengono accettate.

© 2018 J&W TRAVEL Sas. P.I. IT 11275270012. Tutt i diritti riservati. Indice
© Le immagini presenti sul sito sono di proprietà di Davide Deservienti Professional Photographer.

Realizzazione Siti Web eCommerce Torino